Aria di Palio – Luca Massai ci racconta il corteo storico

In occasione del 64° Palio dei Somari 2021, che eccezionalmente si svolgerà nei giorni 25-26 Settembre, abbiamo intervistato Luca Massai, presidente della contrada Porta a Pago e membro della commissione che cura il Corteo Storico nell’associazione Sagra di San Giuseppe.
Ricordiamo che la manifestazione quest’anno si svolgerà in forma leggermente diversa, per ottemperare tutte le normative previste dal protocollo anticontagio, l’Associazione Sagra di San Giuseppe ha predisposto un calendario di eventi che prevede il solo svolgimento di sole due giornate e non comprende lo svolgimento delle Taverne. Proprio per questa motivazione abbiamo pensato fosse importante sentire la voce di Luca Massai che ha pensato alla gestione del Corteo e della nuova programmazione.

Luca come funzionerà il corteo storico quest’anno? Cosa sarà diverso rispetto agli anni precedenti?

Il corteo non subirà delle grandi modifiche, visivamente sarà abbastanza uguale. Però ogni contrada normalmente ha a disposizione 17 figuranti nella formazione classica, quest’anno abbiamo dovuto ridurre le capacità a 13 per ragioni di capienza numerica e per rispettare il distanziamento, poiché la funzione religiosa invece che essere celebrata alla chiesa di Santa flora verrà celebrata in quella di San Martino. Dunque abbiamo dovuto ridurre i numeri a 4 paggetti e ridotto anche figuranti comuni dell’Associazione Sagra di San Giuseppe, il corteo delle sante. Anche il percorso subirà delle variazione per evitare eventuali assembramenti. Abbiamo deciso di evitare il passaggio dalla Piazza Matteotti e anche gli ingressi al Gioco del Pallone, dove si svolgeranno tutti gli spettacoli e la gara, saranno tutti da Porta a Sole invece che da Porta Nova.

Che cosa vi manca del periodo prima del Covid a livello di organizzazione del corteo ma anche da parte della contrada stessa?

Il programma è molto più ristretto, quest’anno non sono previsti festeggiamenti. Le Taverne, come già detto, sono chiuse, solo le contrade potranno scegliere in maniera autonoma se effettuare in forma ridotta le cene propiziatorie del venerdì.
Il nostro interesse è quello di fare una manifestazione sostenibile a livello sia burocratico che sicure dal punto di vista sanitario.

Qual è il momento più emozionante rispetto a tutta la manifestazione?

I momenti più belli sono quelli in cui si vedono e sentono bandiere e tamburi. Sentire i suoni delle chiarine alle 9 della mattina per la chiamata delle prime contrade è sicuramente un’emozione che non vediamo l’ora di riprovare.

Se la tua contrada dovesse vincere?

Per scaramanzia non ci abbiamo pensato, sicuramente non potremo festeggiare in maniera normale ma solo con i contradaioli in maniera ridotta. In caso saremo pochi ma buoni.

 

Cosa ci lascia il Palio dei Somari 2021 e perché venirlo a vedere è una delle cose da fare nel 2022

L’edizione 2021 del Palio dei Somari ci lascia cinque cose che poi non sono altro che cinque motivi per venirlo Read more

Gran Fondo New York – 17 ottobre a Torrita di Siena

La Gran Fondo New York fa tappa a Torrita di Siena anche nel 2021 La Gran Fondo New York (GFNY) Read more

Aria di Palio – Juri Gigliotti ci racconta come sarà tornare in Piazza

Aria di Palio Juri Gigliotti ci racconta come sarà tornare in Piazza Il Palio dei Somari si sta finalmente avvicinando. Read more